Vangatura e Bellis Perennis o, meglio, margherite a ponpon


Oggi la 4C è andata nell'orto con la maestra Simona, Luca, esperto ortigiano, e Antonella. I lavori si sono divisi in 2 gruppi a rotazione su due attività.

Luca ha spiegato a tutti cosa è e a cosa serve la vangatura: si tratta di dissodare la terra in profondità per spostare in superficie la parte più ricca e interrare la parte superficiale, più impoverita dalle coltivazioni già fatte.
La vangatura è faticosa e stancante (e anche, a giudicare dalle foto sotto, divertente), ed è importantissima per aumentare la fertilità del terreno prima del riposo invernale e prima delle nuove coltivazioni.
Per vangare bene bisogna posizionare la vanga verticalmente, mettere il piede sulla staffa e spingere con forza verso il basso, per raggiungere una profondità di almeno 20-30 cm, poi bisogna rovesciare la terra per farla affiorare in superficie e spargere e rompere le zolle. Se se necessario, si deve anche eliminare eventuali radici o sassi affiorati.

Un gruppo ha poi vangato la dura terra nello spazio del prato che abbiamo deciso di destinare alle patate e ha eliminato i moltissimi sassi trovati nel terreno.





L'altro gruppo ha vangato e zappettato la zona sotto la quercia vicino alla fontanella per poi piantare cinque piantine di Bellis Perennis, bellissime margherite a ponpon che rifioriranno anche l'anno prossimo.